Avrei bisogno di capire bene come funziona l’associazione e come muovermi nel dettaglio ma anche velocemente.Ho un po di domande…magari faccio un elenco cosi mi sapete rispondere meglio, e vi ringrazio già da ora x la disponibilità e il servizio che offrite! Sono la mamma di un bambino di 6 anni al primo anno scolastico. Ho già parlato con la direttrice x quanto riguarda le mascherine al banco e la signora mi ha girato x mail la nota del Ministero del 5/11 n 1990,in cui non trovo fondamento, essendoci scritto che si “auspica” a mettere la mascherina e non “obbligo” e cmq questa nota nemmeno si trova nei siti consultabili. Detto ciò, non mi sono fermata e mi hanno parlato di voi dei miei colleghi. Solo che vorrei capire bene i primi passi da compiere. Mio figlio, bambino sensibile e consapevole, già dal primo giorno di mascherina mi ha detto di essere preoccupato di non respirare….poi ci sono stati 3 giorni di fila con risvegli notturni di brutti sogni, e addirittura che sognava di avere la mascherina, inizia ad avere il fiato acetoso al rientro a casa, e mi dice, anche a casa, che fatica a respirare e che non gli si riempiono a pieno i polmoni. (bambino che un mese fa alla visita sportiva era in  piena salute!). Non vuole più andare a scuola (che adora) e io sda una settimana gli sto dicendo “stai tranquillo, mamma ti tira fuori da quest situazione al più presto”.Non mi dilungo oltre e vi chiedo a questo punto: 1) vedo nel vademecum scuola diverse diffide: mascherine, disinfettante, patto…si può retrocedere anche al patto e al disinfettante? In che modo? perche x quelli non trovo il modulo… x l’esonero della mascherina faccio fare la visita alla pediatra di base giusto? non conta un privato, vero? 3) se la pediatra non volesse farmelo porto il modulo con “oggetto:richiesta chiarimenti in ordine ai rischi x uso prolungato delle mascherine”? e chiedo alla pediatra di prendersi la responsabilità di quanto scritto nel modulo? Glielo devo far firmare? o glielo devo solo mandare? (ma temo che si allunghino poi le tempistiche)? 3) ha valore anche un consulto da una psicologa/psichiatra x avvalorare la tesi della difficoltà del bambino con la mascherina e poter chiedere l’esonero? 4) e comunque…nel caso non avessi l’esonero, per poter richiedere l’istruzione domiciliare? 5) le diffide le invio io alla dirigente o voi?6) e….se le diffide non andassero a buon fine, la procedura a livello legale la portate avanti voi? Ci sono costi aggiuntivi? 7) non ho capito il modulo di diffida di test di screening a cosa si riferisce…. ad eventuali test a campione nelle classi o al rientro dopo una quarantena….o altro? l’ho letto 2 volte ma nn lo comprendo… 8) la diffida da presentare x la mascherina è il modulo “querela lesioni mascherina” Alla fine…il mio primo passo è….. fare la visita medica e…la diffida la mando sia che ho l’esonero sia che non lo ottengo giusto? faccio le due cose contemporaneamente?

Con la quota d’iscrizione avete diritto ad  usufruire del materiale pubblicato. Dunque può leggerlo, scaricarlo ed utilizzarlo. Ciò sia per quanto concerne il materiale giuridico sia per quanto concerne il materiale medico. Se avete la  necessita di essere seguito in modo approfondito, come nel caso di specie, FRI può indicare un avvocato convenzionato che a tariffe agevolate (anche le tariffe sono pubblicate) può seguire il caso specifico.

Non sei ancora associato FRI e vuoi contattarci?

Scrivici qui