procedura per gli avvocati che intendano aiutare
nella raccolta firme per il referendum

I. DISPONIBILITA’ AD AUTENTICARE
Gli avvocati iscritti all’albo possono raccogliere ed autenticare su tutto il territorio nazionale, presso le postazioni organizzate od organizzando la raccolta firme presso il proprio studio, indicando giorni ed orari di ricevimento.
Per essere abilitati all’autentica è sufficiente comunicare al proprio Ordine di appartenenza a mezzo pec la propria disponibilità ad autenticare per il Referendum No Green Pass.
Scaricare da qui il modello della PEC che gli avvocati potranno inviare ai rispettivi Ordini di appartenenza per divenire autenticatori.

Possono autenticare le firme per il referendum anche i
1. consiglieri comunali, provinciali e metropolitani che abbiano comunicato la propria disponibilità rispettivamente al Sindaco, al Presidente della Provincia o al Sindaco della città metropolitana;
2. consiglieri regionali;
3. membri del Parlamento;
4. Presidenti delle Province;
5. sindaci, sindaci metropolitani;
6. assessori comunali e provinciali;
7. componenti della conferenza metropolitana;
8. presidenti dei consigli comunali e provinciali;
9. presidenti e vice presidenti dei consigli circoscrizionali;
10. segretari comunali e provinciali;
11. funzionari incaricati dal sindaco e dal presidente della provincia;
12. giudici di pace;
13. cancellieri e i collaboratori delle cancellerie delle corti di appello dei tribunali e delle preture;
14. segretati delle procure della Repubblica
15. notai.
recati da loro per firmare! Prediligi la via fisica, metti la firma su carta. Chiedi informazioni per sapere nel tuo comune come si sono organizzati i Promotori.

II. ATTIVATI E AIUTA
Se vuoi aiutare, prendi i moduli in allegato (https://www.referendumnogreenpass.it/#collabora-2) e portali a far vidimare nei luoghi a ciò adibiti.

III. LA VIDIMAZIONE
Qui https://www.referendumnogreenpass.it/#collabora-2 i moduli referendari da presentare agli Uffici preposti per la vidimazione, cioè:

1. i Dirigenti della cancelleria della Corte d’Appello o un cancelliere delegato;
2. il Cancelliere capo del Tribunale o funzionario delegato;
3. il Segretario Comunale capo o un funzionario della segreteria comunale.

IMPORTANTE: i moduli devono essere stampati in formato A3, selezionare “opuscolo”, sottoinsieme opuscolo “fronte/retro”, rilegatura “a sinistra”, orientamento “verticale”. N.B.: può variare in base alla stampante.
Consegnare i moduli presso uno degli uffici indicati per la vidimazione, andare a ritirare dopo 48 ore. La vidimazione è gratuita.

IV. DOPO LA VIDIMAZIONE:
I moduli vidimati vanno, poi, ritirati e consegnati presso il Comune in cui si intende avviare la raccolta firme, oppure trattenuti per organizzare la raccolta firme presso punti allestiti da volontari.
Dotarsi di un timbro: un normale timbro che indichi il titolo di avvocato e la sede professionale. Le firme autenticate vanno certificate presso l’Ufficio Anagrafe del Comune del firmatario. Nella parte finale del modulo si trova lo spazio per timbrare, firmare, scrivere in numeri e in lettere, tra parentesi, quante sottoscrizioni contiene il modulo e data e città. La data deve essere la stessa del giorno in cui si raccolgono le firme, quindi un foglio a giornata!
Ciascun cittadino deve sottoscrivere quattro moduli, uno per ciascun quesito.

V. A CHI CONSEGNARE I MODULI GIA’ AUTENTICATI
Se le firme presenti sul modulo appartengono a cittadini residenti nello stesso Comune è sufficiente portare il modulo presso il Comune che provvederà alla certificazione cumulativa inserendo i dati sul certificato elettorale (soluzione suggeribile! Agite per comune).
Se le firme presenti sul modulo appartengono a cittadini residenti in Comuni diversi è necessario chiedere i certificati elettorali a ciascun Comune di residenza.
Per questo è opportuno predisporre moduli separati, uno per cittadini residenti nello stesso Comune e uno per cittadini residenti in Comuni diversi.

VI. ULTIMO PASSAGGIO

I moduli firmati direttamente presso gli uffici comunali possono essere ritirati dai volontari ed inviati a mezzo posta ai promotori.
Ugualmente, i moduli utilizzati per la raccolta firme ai tavoli e presso gli studi, completi di autentica e certificazione, devono essere spediti al seguente indirizzo:
Prof. avv. Luca Marini, largo Camesena n. 5, 00157 Roma.

Usare posta tracciata e sicura: fare raccomandata 1, giornaliera.
Per ogni altra informazione, contattare e coordinare le azioni con i Promotori, reperibili qui:
[email protected],
[email protected],
[email protected],
[email protected]

Non sei ancora associato FRI e vuoi contattarci?

Scrivici qui

Search
Generic filters
Cerca
Generic filters